Si ferma in semifinale provinciale l’avventura della Fenix Ischia nel campionato CSI. Nel suo primo anno di attività, la squadra del patron Vincenzo Agnese è riuscita a farsi spazio tra la temibile concorrenza isolana, riuscendo ad arrivare appena dietro i campioni isolani del Mater Ecclesiae e davanti ai campioni d’Italia dell’Epomeo, oltre al Forio C5, alla Futsal Ischia e tante altre compagini che hanno reso quanto mai competitivo il girone isolano del CSI. Tuttavia, al primo appuntamento lontano dall’isola, i ragazzi di mister Carbone non sono riusciti a superare la Polisportiva Silenziosa Partenopea. In quel di Caivano, la Fenix è stata costretta sempre ad inseguire, ma la squadra sembrava comunque in grado di tener botta all’ostico avversario. Nei primi dieci minuti arriva un doppio botta e risposta, con i padroni di casa che vanno prima sull’1-0, ma vengono raggiunti dal pari di Enrico Di Meglio, e poi sul 2-1, ma vengono agganciati nuovamente sul 2-2 da Frank Di Iorio (primo gol con la maglia della Fenix dopo un lungo infortunio che lo ha costretto a giocare solo le ultime tre gare). A questo punto gli isolani avrebbero diverse chance per portarsi in vantaggio, ma la sfortuna sembra aver deciso di girare tutta dalla parte di Fenix che si vede respingere il pallone dai legni in più di qualche occasione (alla fine della gara sarà di sei il totale di pali e traverse presi). La squadra di Antonio Carbone vede invece andare a segno la Polisportiva Silenziosa ad ogni tiro e in un “amen” la squadra si ritrova sotto di tre reti (5-2) al termine del primo tempo. Nella ripresa la compagine napoletana tiene sempre a distanza di sicurezza la Fenix che tenta disperatamente la rimonta iniziando già dal 10’ della ripresa a giocare con il portiere. Nulla da fare, la superiorità fisica e il campo più piccolo e in erbetta in orario pomeridiano (fino ad oggi sull’isola si è sempre giocato indoor e in orari serali), prevalgono sulla Fenix che comunque non è mai riuscita ad imporre il proprio gioco e che non ha per nulla brillato (soprattutto per propri demeriti) in una partita che contava non poco. 10-6 il risultato finale, per gli isolani a segno Di Meglio (2), Di Iorio L. (2), Vitale e Frank Di Iorio. Si vince e si perde, è il bello dello sport che diventa ancora più “crudele” nelle partite ad eliminazione diretta. Sta di fatto, però, che una partita non può cancellare un’annata che comunque ha visto la Fenix Ischia andare ben oltre le reali aspettative. Basti pensare che a settembre la società del presidente Agnese neanche esisteva e che nei mesi successivi si è dovuto lavorare tanto per amalgamare una squadra eterogenea e giovane, ma soprattutto poco esperta dei principi del calcio a 5. Il lavoro di mister Florio e di mister Carbone poi è stato eccezionale ed ha permesso ai ragazzi isolani di avere una crescita esponenziale che, non a caso, ha portato al secondo posto isolano. Da questo risultato bisognerà partire nella prossima stagione. Il futuro della neonata società ischitana è al momento incerto, ma di questa stagione sportiva resta lo splendido gruppo che si è creato e che sarà la base da cui costruire tutto quello che verrà. Un grosso in bocca al lupo a nome del presidente Agnese e di tutta la Fenix al Mater Ecclesiae che sarà impegnata nella finale provinciale sabato prossimo proprio contro la Polisportiva Silenziosa Partenopea.

 

POLISPORTIVA SILENZIOSA PARTENOPEA  10

FENIX ISCHIA  6

 

FENIX ISCHIA: Schiano, Di Iorio M., Marino, Di Meglio, Di Iorio L., Di Iorio F., Siano, Santaniello, Mascolo, Sirabella, Imondi, Vitale. All. Carbone

MARCATORI FENIX: Di Meglio (2), Di Iorio L. (2), Vitale, Di Iorio F.

Condividi sui Social